Subaffittare una camera: tutto quello che devi sapere

Esiste la possibilità per un affittuario che si deve allontanare per un periodo dall'alloggio locato di subaffittare la propria camera parzialmente a terze persone, per coprire le spese. Il subaffitto è regolato dalla normativa vigente in tema di locazione L. 431/98.


I requisiti

Il conduttore del contratto di locazione principale deve tenere bene a mente e adempiere le seguenti condizioni, per poter subaffittare una camera ed eseguire un contratto di sublocazione valido:
• nel contratto di locazione principale non deve esserci l'esplicito divieto di subaffitto
• il conduttore può subaffittare solo parzialmente l'immobile ad uso abitativo
• il conduttore deve informare il locatore del subaffitto tramite raccomandata contenente l'identità del subconduttore, la durata del contratto e la precisa descrizione dei vani sublocati
• il conduttore deve avere il consenso esplicito, scritto o orale, del locatore


Tipi di contratto per cui è vietato il subaffitto

Deve essere tenuto presente che il Decreto Ministeriale per le Infrastrutture e i Trasporti 30 dicembre 2002 ha esplicitamente sancito il divieto di sublocazione nei contratti di tipo relativi ad usi transitori, nonché nei contratti stipulati con studenti universitari fuori sede.


E se non si ha il consenso del locatore?

Nel caso in cui il conduttore del contratto di affitto principale subaffitti totalmente l'immobile senza il consenso del locatore, quest'ultimo può richiedere il rilascio senza alcun titolo e il risarcimento dei danni nei confronti del conduttore.

Qualora il conduttore sublochi l'immobile solo parzialmente senza chiedere il permesso del locatore e non avendo un esplicito divieto di subaffitto nel contratto di locazione, la normativa non indica una specifica sanzione come conseguenza della mancata comunicazione.


Dichiarazione dei contratti di locazione parziale

Non esiste obbligo di registrazione per i contratti di durata inferiore a 30 giorni complessivi nell'anno.

Il conduttore deve registrare il contratto di subaffitto parziale, ma solo nel caso in cui la cifra percepita equivalga ad un import rilavante: viene fatta differenza tra un amico ospitato che contribuisce ad alcune spese minori (spese telefoniche e/o utenze) e veri e propri pagamenti adibiti a parziale contributo nell'affitto.

Nel caso il conduttore riceva dal subaffitto una cifra importante e ciò nonostante non depositi il contratto presso l'Agenzia delle Entrate, potrà essere soggetto a sanzioni per gli importi non dichiarati


Insomma questo è ciò che dovi tenere a mente se avevi preso in considerazione di subaffittare la tua camera. Se sei determinato a trovare qualcuno come coinquilino in subaffitto inizia subito la tua ricerca e metti un annuncio!



 

Autore: Roomlala

Articoli simili
Vantaggi Pass Premium
10 x probabilità di trovare una locazione
Diventa Premium
 

Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies che permetteranno di offrirti un miglior servizio. Leggi la nostra politica di utilizzazione dei cookies.